CLICCA PER CONOSCERE MEGLIO IL PADRE cESA
CLICCA PER CONOSCERE MEGLIO IL PADRE cESA

Breve biografia del

Venerabile Giuseppe Cesa

 

        Era il 1686 del 6 Ottobre quando ad Avellino era nato Giuseppe Cesa, questa data è attestata di quando fu scritto alla sua morte, aveva 58 anni, 8 mesi, 3 giorni.         Nel 1704 inizio il suo cammino vocazionale a San Lorenzo Maggiore a Napoli per l’anno di Noviziato, dove poi emise anche la professione dei voti evangelici, negli anni successivi studio nei vari seminari della provincia religiosa di Napoli, terra di lavoro, ricevete gli ordini minori e poi fù ordinato diacono nel 1709, trasferito a Potenza nell’Aprile del 1710 divenne sacerdote ad Avellino, a Napoli negli anni successivi consegui il baccalaureato in teologia.

       Dal 1713 al 1728 circa divenne predicatore ricercato, reggente di vari ginnasi della provincia religiosa, superiore e poi definitore perpetuo della provincia, ma nel 1728 il P. Cesa volle ritirarsi in austere penitenze, mortificazioni e continua preghiere, chiedendo anche al Capitolo Provinciale ad Aversa, alle autorità di voler fare continua quaresima, si confessava ogni giorno, con un padre della comunità, ma nel 1732 la vita del Cesa fù cambiata, fu intensamente apostolica, per il terremoto che colpi l’Irpinia nel 1732 il 29 Novembre dove crollo quasi la maggior parte dei conventi e chiese, in quel periodo inizio la diffusione delle cartelle dell’Immacolata e ci fu anche un miracolo.

    Negli anni successivi varie furono i compiti del P. Cesa anche di alta responsabilità, la sua gloriosa vita terminò nell’anno 1744 dopo l’ennesimo miracolo, nel giugno dello stesso anno ci furono le sue ultime prediche, e dopo pochi giorni sorella morte portò il fra Cesa nelle braccia del Padre celeste.

   Circa 10 anni dopo inizia il Processo informativo per poi arrivare alla venerabilità di P. Cesa, l’ultima biografia e stampa e stata nel 1996, preghiamo il Signore che accenda il cuore affinchè anche questo nostro confratello possa avere l’onore degli altari.